Monthly Archives: August 2014

LA PAROLA AI GIURATI

IMG_4958

Nonostante la penuria di fondi, il premio del Piemonte documenteur filmfest non è stato toccato e anche in questo 2014, il miglior mockumentary tra quelli realizzati durante questa settimana, si porterà a casa l’ambito malloppo di 3000€.

A decretare il vincitore sarà una giuria di esperti che non vediamo l’ora di vedere all’opera ma, prima di tutto, di presentarti.

 

Simone Arcagni

simone_fotoSimone Arcagni è Ricercatore presso l’Università di Palermo. Studioso di nuovi media e nuove tecnologie, collabora con Nòva – Il Sole24Ore, Technonews, Oxygen, Digicult, Segnocinema e altre riviste scientifiche e di divulgazione scientifica. Suo il blog Postcinema ospitato sul sito de Il Sole 24 Ore. Co-dirige (con Miriam De Rosa) Screencity Journal e dirige Screencity Review. Fondatore e coordinatore di Emerginseries.net-Web Series Magazine. È curatore, consulente e collaboratore di festival, conferenze, collane editoriali e riviste, nazionali e internazionali. Tra le sue pubblicazioni Screen City (Bulzoni), Music Video (con Alessandro Amaducci), Oltre il cinema. Metropoli e media (Kaplan), Dal Postmoderno al post-cinema (curato con Giovanni Spagnoletti); Cinema e web (curato con Giovanni Spagnoletti).

 

Mario Garofalo

Mario_GarofaloMario Garofalo è regista e creative-producer per il cinema, la televisione e i new media. Ha realizzato film, documentari, spot, in particolare su temi di carattere sociale, storico e culturale, con uno stile di regia che alterna, nei differenti lavori, il realismo ad una narrazione più propriamente di finzione.
Con il suo film lungometraggio per il cinema, Ainom, ha partecipato e vinto Premi in Festival internazionali, in particolare l’Oscar cinese per la Miglior Regia straniera al Golden Rooster & hundred flowers (China International Film Academy Awards 2011). È attualmente impegnato nella regia del suo secondo film, Madeleine.

Nel 2014 fonda con il fotografo e regista Lorenzo Ceva Valla la produzione cinematografica Ainom Films Srl, con sede a Milano.

All’attività di regista affianca quella di docente di cinema in scuole statali superiori di Milano. È  inoltre ideatore e coordinatore della Scuola di Cinema dei Bambini, un’iniziativa didattica che cura progetti di realizzazione audiovisiva per bambini tra i 3 e i 14 anni, presso Associazioni culturali e Scuole pubbliche.

 

Lele Marcojanni e Tommaso Tintori

Lele MarcoianniLeleMarcojanni è un progetto collettivo creato nel 2010 da Elena Mattioli, Flavio Perazzini e Roberto Mezzano. LeleMarcojanni è un nome fasullo che raccoglie lo sforzo di sei occhi per lavorare insieme in una direzione. Lele si concentra sullo storytelling usando il linguaggio del documentario, del video e anche attraverso l’ideazione e la costruzione di eventi partecipativi.

Tommaso Tintori nasce a Urbino nel 1981. Nel 2013 si laurea in Comunicazione e Design presso lo IUAV di Venezia. Dal 2006 lavora come fotografo, filmmaker direttore della fotografia e grafico. Attualmente vive a Roma e Lavora come montatore presso la B&B Film.

Nel 2013 Lele e Tommaso si uniscono e partecipano al Pdff realizzando Sale con cui vincono il premio del pubblico e la menzione per il miglior cast. Sale è inoltre stato selezionato in diversi festival nazionali e internazionali.

Nel visionare i lavori delle sette supereroiche equipe che si stanno sfidando all’ultima menzogna, la giuria dovrà tener conto di:

• trattamento del soggetto
• originalità
• valorizzazione del territorio
• coinvolgimento del territorio
• buon utilizzo dei codici del documentario
• qualità tecnica e formale

Nessun limite a menzioni speciali e riconoscimenti particolari.

E il pubblico non resta a guardare

IMG_4963

Come gli scorsi anni, anche tu che verrai al gran finale potresti essere chiamato a scegliere il mockumentary preferito dal pubblico: durante il pomeriggio, e fino all’inizio delle proiezioni, potrai infatti acquistare un biglietto numerato del valore di 1€ che potrebbe venir estratto, a inizio serata, insieme ad altri sei numeri. Se uno dei sette numeri fosse il tuo, entrerai quindi a far parte della giuria popolare il cui onere e onore è assegnare la cifra raccolta dalla vendita dei biglietti al mockumentary che ritiene più meritevole.

Pront* a scegliere?

Tags: , , ,

DOVE OSANO LE EQUIPE

10534077_738299649562361_8030596842744175527_n

Un inizio baciato dal sole, quello del Pdff2014 che ha aperto le danze alle bugie ieri mattina alle 11, a Ostana, con l’accoglienza delle sette equipe selezionate al cospetto di un Monviso dalla punta appena coperta da una nuvola dispettosa.

Un brief veloce, qualche indicazione tecnica, un paio di ragguagli, la compilazione dei documenti e infine il momento più atteso: il sorteggio delle location di destinazione per ciascuna equipe.

 

Dove stanno dunque mentendo i sette supereroici team videomenzogneri dalle 10 di questa mattina?

 

AL VERDE —> USSEAUX

alverde

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tra difficoltà con la promozione turistica, miracoli per curare l’inappetenza, concittadini dai trascorsi burrascosi e colpi di scena inaspettati, i documentitori approdati a Usseaux ci hanno raccontato una comunità piccola ma piuttosto vivace. Cosa riusciranno a cogliere gli Al verde che i predecessori si sono lasciati scappare?

 

DROPS 24 —> TORRE PELLICE

Torre Pellice

 

 

 

 

 

 

 

A Torre Pellice c’è stato prima un pasionario che ha lottato per la salvaguardia del territorio e del suo paesaggio, poi  un misterioso personaggio riemerso dal passato che ha acceso la curiosità dei valligiani. Quale altra storia si cela tra i confini di questa piccola cittadina che i Drops 24 sapranno svelare?

 

EPIDEMIC —> BRICHERASIO

Bricherasio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’eclettico Valentino Santa Maria ha lasciato a Bricherasio un’impronta indelebile, tanto da intitolargli una Piazza. Chi o cosa catturerà l’attenzione degli Epidemic tanto da spingerli a raccontarne la storia?

 

FALSI D’OC —> VALDIERI

Falsi dìOc

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dinastie reali volutamente occultate dalla storia, bambini in grado di trasformare in oro tutto ciò che sfiorano: sono soltanto alcuni dei tesori nascosti nelle profondità di Valdieri e i Falsi D’Oc non temono la fatica e sono pronti a scavare fin dove li porterà loro storia.

 

I CORTI —> SAMBUCO

i corti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Funghetti dell’amicizia e spiritelli che giocano con il tempo e le persone. Sambuco ha qualcosa di magico che sfugge ai più. Sapranno, I corti, essere abbastanza veloci da acciuffarne il mistero?

 

I TRE ALLEGRI INDIANI —> OSTANA

tre allegri indiani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Han preso: lucciole per lanterne, zanne d’elefante come reperti di un glorioso passato e il Pastis come integratore. Ostana ha gli archivi pieni di documenzogne che aspettano di essere liberate. Non resta che scoprire quale cassetto decideranno di aprire I tre allegri indiani.

 

TRITTICO CORRETTO VODKA —> CANOSIO

Trittico corretto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giri d’Italia depennati dalle cronache. Bizzarri tentativi di portare le montagne a livello del mare per rilanciare economia e turismo. Canosio non si arrende al ruolo di piccolo Comune depennabile con una riga rossa sulle mappe nazionali. E per salvarsi ricorre a tutto quel che può, compreso un Trittico corretto Vodka.

 

 

Tags: , ,